Statuto


1. L’Archivio storico della Curia Generale è un’istituzione dell’Istituto delle Suore Cappuccine di Madre Rubatto che raccoglie, conserva, organizza e rende disponibile per lo studio e la ricerca, la documentazione storica, amministrativa e pastorale prodotta dal governo centrale dell’Istituto. Insieme al Museo di Loano (Via dei Gazzi n° 4 - 17025 Loano Sv) e al Santuario di Montevideo (Avda. Carlos M. Ramirez n° 56 - 11900 Montevideo Uruguay), l’Archivio storico della Curia Generale costituisce il nucleo centrale del patrimonio storico, culturale e spirituale dell’Istituto.

2. L’Archivio storico della Curia Generale è stato costituito nel 2010 con decisione del Capitolo Generale del 2008 presso la Curia Generale in via Ulisse Aldrovandi n° 19 - 00197 Roma. Dall’inizio della sua storia e fino al 2008 l’Archivio storico è stato sempre parte integrante della Curia Generale dell’Istituto e ne ha seguito fisicamente gli spostamenti. Nel 2008 esso è stato suddiviso in due sezioni: la sezione corrente, che abbraccia gli ultimi tre generalati, e la sezione storica. Entrambi si trovano presso la Curia Generale dell’Istituto in via Ulisse Aldrovandi n 19 - 00197 Roma.

3. La consultazione dei documenti conservati nell’Archivio storico della Curia Generale è ammessa limitatamente alla sezione storica.

4. All’interno della sezione storica dell’Archivio della Curia Generale è presente un Fondo di documenti "riservati". La possibilità di consultazione relativa a tale Fondo è consentita soltanto in casi eccezionali, previa opportuna valutazione da parte della Responsabile dell’Archivio stesso, ed è sottoposta sempre all’autorevole giudizio della Madre Generale.

5. La documentazione prodotta dalla Curia Generale rimane presso la sezione corrente per il periodo relativo al disbrigo delle pratiche connesse alle attività dei diversi Uffici della Curia stessa, per poi essere periodicamente riversata nella sezione storica, a cadenza sessennale, corrispondente cioè ad un generalato.

6. Nella sezione corrente, con scadenza determinata dalla Madre Generale e dal suo Consiglio, confluiscono i documenti prodotti dagli Uffici della Curia Generale: la Segreteria Generale e il Centro Missioni. Tali Uffici sono tenuti a conservare il materiale documentario prodotto e depositarlo periodicamente, generalmente a cadenza sessennale, nella sezione storica dell’Archivio.

7. Nell’eventualità che un Archivio proprio di qualche Circoscrizione dell’Istituto debba essere alienato per motivi contingenti, l’Archivio storico della Curia Generale ha diritto di prelazione sulle raccolte documentali appartenenti all’Istituto.

8. La direzione dell’Archivio nella sua sezione storica è affidata ad una Responsabile, che risponde del proprio operato alla Madre Generale.

9. Nell’espletamento delle sue funzioni la Responsabile della sezione storica è coadiuvata da un’archivista.

10. Oltre al lavoro proprio di documentazione storica dell’Istituto, in quanto Istituzione culturale a servizio della Chiesa, dell’Istituto e della ricerca storica, l’Archivio storico della Curia Generale collabora con analoghe Istituzioni ecclesiastiche e civili.

11. Al presente Statuto possono essere apportate modifiche solo dalla Responsabile dell’Archivio storico con la necessaria approvazione della Madre Generale.


Roma, 12 dicembre 2010. Festa della b. V. Maria di Guadalupe

Sr. Carmen Cimarolli Madre Generale Istituto Suore Cappuccine Madre Rubatto

Sr. Mercedes Donato Responsabile dell’Archivio storico della Curia Generale