Fondo Clinica “Villa Grazia” di Ventimiglia

Estremi cronologici: 1926 ott. 30 – 1958 dic. 31
Consistenza: n. 1 busta e nn. 2 quaderni
Descrizione: La clinica del Prof. Giuseppe Moro (specializzata in alta chirurgia e ginecologia) nel 1939 era sita in Corso Umberto I a Ventimiglia. Durante il Secondo conflitto mondiale subì gravi danni a causa dei bombardamenti e il 2 gennaio 1944 venne inaugurata e stabilita a Villa Poggio Ponente Vallecrozia, Bordighera «(…)nella notte del 22 giugno[1944 n.d.A.], in seguito a bombardamento aereo e navale, la nostra Casa di Via Roma 91 ha subito danni gravissimi ed è resa inabitabile. Le Suore che si trovavano in casa non ebbero il tempo di correre al rifugio, si salvarono miracolosamente, per Divina protezione, nell’entrata, vicino alla porta d’ingresso. Dice che in seguito altri bombardamenti meno terribili furono pur causa di nuovi sinistri(…)»1. Nel maggio 1947 c’è una richiesta di Sr. M. Paolina, la Superiora, al Prefetto di Imperia per gestire in Ventimiglia, in Corso Genova n° 244, la Casa di cura “Villa Grazia” di cui il Dr. Eugenio Maccary ha la direzione. Fino al 1° gennaio 1953 la Clinica viene intestata a un altro ente e le Suore non ne sono più titolari. Nel giugno del 1955 la Clinica viene trasferita temporaneamente a Camporosso, nella villa del Dr. Eugenio Maccary e nell’ottobre dello stesso anno la nuova Clinica di Ventimiglia, in Via San Secondo, è pronta ed agibile. Nei mesi del 1966 inizia la progressiva dismissione e chiusura della clinica. Il Fondo, che Madre Villa aveva conservato nella serie Case chiuse in una busta denominata: “Ventimiglia. Villa grazia” insieme ad altri documenti afferenti alla Curia, è stato riordinato ed è costituito dalle Memorie; dal Regolamento o «Condizioni accettate e sottoscritte dal Sig. Dottor Ricci […]»; da un carteggio della Superiora, alcune planimetrie e un’autorizzazione dell'Ufficio sanitario provinciale d'Imperia.

SERIE CRONACA
Estremi cronologici: 1927 lug. 22 – 1961 mag. 15
Consistenza: nn. 2quaderni
Descrizione: La serie contiene due libri di cronache: il primo racconta l'apertura della casa religiosa, del servizio infermieristico presso la clinica Moro e particolarmente gli eventi accaduti alle Suore e alla popolazione durante la Seconda guerra mondiale; il secondo della ripresa dell'attività nella clinica, della vita liturgica della Comunità religiosa, degli spostamenti delle Suore e delle relazioni con la Curia generale.

SERIE AMMINISTRAZIONE
Estremi cronologici: 1926 ott. 30 – 1958 dic. 31
Consistenza: n. 1 busta
Descrizione: La serie contiene la Convenzione tra la Madre generale e il dr. Giuseppe Ricci, una lettera del can. A. Libero, parroco di Cristo Re, e un decreto dell'Ufficio sanitario provinciale d'Imperia.

1 ASCG, serie Verbali del Consiglio generale, libro VII.