Estremi cronologici: 1911 apr. 20 – 1972 mag. 9
Consistenza: nn. 3 buste
Descrizione: La serie era stata ordinata e condizionata da Madre Villa in nn. 3 buste denominate:
“Relazioni e votazioni Post[ulanti] e Nov[izie] 1911-1943”,
“Relazioni e votazioni Post[ulanti] e Nov[izie]1944-1972”
e “Relazioni e votazioni”.
La serie è costituita dalle relazioni e dai verbali delle votazioni per ammettere le suore alle tappe canoniche della vita religiosa e cioè all’ammissione delle postulanti alla Vestizione religiosa, delle novizie alla Professione dei Voti temporanei (dopo aver superato anche uno scrutinio annuale e, successivamente agli anni ’50, semestrale) e delle Professe di Voti temporanei ai rinnovi annuali fino alla Professione dei Voti perpetui. Sporadicamente la serie contiene lettere (compilate secondo una formula ormai canonizzata) in cui novizie e professe chiedono alla Madre generale l’ammissione, che ordinariamente sono conservate nelle cartelle personali delle suore.
Le relazioni, con l’esito della votazione comunitaria, erano stilate dalla Superiora della Casa religiosa in cui risiedeva la candidata, mentre per le novizie di 1° anno dalla Madre Maestra del Noviziato di Loano.
La serie è integra ed ininterrotta dal 1911 al 1972. Nel 1910 le Suore Terziarie Cappuccine di Loano ottengono dalla Santa Sede il Decretum laudis, ovvero il riconoscimento giuridico dell’Istituto, pertanto, a partire dal 1911, alla Madre maestra del Noviziato di Loano per quanto attiene alle novizie italiane, e alle Superiore delle Case per le professe, è richiesta una relazione sulle candidate che permetta al Governo generale di valutare finalmente l’ammissione alle successive tappe canoniche.
La serie si interrompe nel 1972 quando, in seguito alla decentralizzazione, pur permanendo l’obbligo di inviare relazioni sulle novizie e sulle juniores, la facoltà di ammissione è demandata ai Consigli provinciali.
La serie è stata ordinata cronologicamente per annualità.