«Della Beata M. Francesca Rubatto si conservano 942 missive, tra lettere e biglietti; molte altre sono andate perdute. Tutte appartengono alla tappa della sua vita consacrata. La prima fu scritta nel febbraio 1885 (…) l’ultima [delle datate] fu mandata da Montevideo il 18 giugno 1904. Un mese e mezzo dopo la Fondatrice finiva il suo pellegrinaggio terreno sul campo di lavoro delle sue figlie. Fra queste date, cioè nello spazio di diciannove anni e mezzo, s’inquadra una vita tutta impiegata nella gloria di Dio e il bene del prossimo
(…) La maggior parte delle lettere hanno come destinatarie le consorelle (…) quando è assente dalla Casa-madre mantiene costante comunicazione con l’équipe di governo, cioè le Suore del Consiglio generale (…) Scrive periodicamente alle Comunità locali dell’Italia e dell’America, interessandosi ad ogni particolare (…) Un altro settore di destinatari è formato dai superiori gerarchici (…) il Vescovo di Albenga, superiore canonico dell’Istituto (…) la Curia generale dell’Ordine [Cappuccino] (…) il Cardinale Vives y Tuto [poi primo Prefetto della Sacra Congregazione dei Religiosi e Cardinale protettore dell’Istituto dal 1910 n.d.A.] (…), i Vescovi sotto la cui giurisdizione si trovano le fondazioni dell’Uruguay e dell’Argentina. Tra i destinatari delle altre lettere ci sono persone di ogni rango: parroci e religiosi, benefattori, autorità civili di ogni grado (…)»1.

Gli originali delle lettere pubblicate nel 1995 non sono conservati integralmente nell’ASCG. Dalla “Dichiarazione” redatta da sr. M. Pia Vernazza si può ipotizzare la storia archivistica di parte degli Scritti della Madre Fondatrice. Il documento non è datato ma si può facilmente collocare cronologicamente nel periodo in cui sr. M. Pia era allora Vicaria di sr. M. Anacleta Bianchini, Madre generale, assente per la visita nella Delegazione americana (avvenuta tra il marzo del 1949 e gli inizi dell’anno successivo), con molta probabilità richiesto per l’esame degli Scritti durante l’iter della causa di Beatificazione. Di seguito la riportiamo integralmente

«Dichiarazione.
Io sottoscritta Suor Maria Pia di S. Luigi, Vicaria generale delle Suore Terziarie Cappuccine, testifico ed attesto che le lettere contenute negli elenchi acclusi a questa dichiarazione e che vanno dall’anno 1894 all’anno 1904, divise in 4 fascicoli A- B- C- D, sono da attribuirsi e considerarsi di composizione della serva di Dio, perché da Lei autenticamente firmate, anche se non sempre scritte di suo pugno; così pure il fascicolo che riguarda le tre lettere consegnateci da Suor Luigia Margherita Bruzzo della Visitazione, già Suora del nostro Istituto di Suor M. Crocifissa – (allegata al fascicolo D).Leggi tutto
[Allegato]
«Elenco degli Scritti della Serva di Dio
Suor M. Francesca di Gesù – al secolo Anna Maria Rubatto –
Fondatrice delle Suore Terziarie Cappuccine.

Fascicolo – A –
Contiene 17 lettere indirizzate dalla Serva di Dio alle Suore, delle quali n. 4 pare siano scritte di sua mano, le altre solo firmate e con aggiunta di qualche riga. Datano dal 1894 al 1899.

Fascicolo – B –
Contiene n. 35 lettere ed una cartolina postale: trenta lettere e la cartolina sono dirette a Suore, tre a persone borghesi, due ad un Vescovo – solo una lettera e la cartolina sono scritte dallaServa di Dio, le altre dall’incaricata ma firmate e con qualche proscritto dalla Madre. Datano dal 1900 al 1902.
Fascicolo – C –
Contiene n. 31 lettere, delle quali una sola diretta ad un Benefattore, le altre 30 tutte alle Suore. Nove di esse sono scritte e firmate dalla Serva di Dio, le altre scritte da una sua incaricata sono da Essa firmate, qualcuna completata e con proscritto suo. Anno 1903.

Fascicolo – D –
Contiene n. 28 lettere, 3 biglietti postali, 4 cartoncini da visita. Delle lettere 12 sono scritte per intero dalla Serva di Dio, tre per quasi metà, altre con proscritto dopo la firma o solamente firmate. La lettera segnata col n. 93 è di una Suora, ma nel margine è scritto della Madre. I tre biglietti postali sono scritti dalla Madre. Tutte queste lettere e biglietti sono diretti alle Suore: in parte dell’anno 1904 altri senza data.

Fascicolo – E –
Contiene una lettera circolare diretta alle Suore scritta dall’incaricata e firmata dalla Madre. Due lettere al P. Provinciale dei Cappuccini di Milano, sono scritte dalla Segretaria e firmate dalla Madre. Vi sono unite minute epistolari estratte da un notes rinvenuto nell’archivio della Casa Generalizia.

Fascicolo – F –
Contiene n. 20 lettere dirette dalla Serva di Dio al M. R. P. Provinciale dei Cappuccini di Genova, estratte dalla Cartella – G – dell’archivio Provinciale dei Cappuccini di Genova.

Fascicolo – G –
Copialettere n. 1 – contiene 174 scritti dei quali n. 39 diretti a borghesi, benefattori, Autorità civili ecc. 71 a Vescovi, Superiori, Sacerdoti. N. 60 alle sue Religiose, n. 3 a religiose di altre Congregazioni, n. 1 senza intestazione. Delle suddette lettere solo n. 65 sono scritte dall’incaricata e firmate dalla Serva di Dio. Le altre o non sono complete, non firmate o illeggibile la firma.

Fascicolo – H –
Copialettere n. 2 – Contiene 282 scritti dei quali n. 48 a borghesi, benefattori, Autorità civili ecc. n. 141 a Vescovi, Prelati, Superiori, Sacerdoti. N. 71 alle Sue religiose – n. 2 ad un’affigliata in America – n. 19 a religiose di altre Congregazioni. Delle suddette una lettera è scritta dalla Madre, ma la fine e la firma sono illeggibili. N. 123 sono scritte dall’incaricata e firmate dalla Madre. Le altre o non sono firmate, o incomplete o illegibile la firma»2.


 Rispetto all’inventario di sr. M. Pia Vernazzale storiche del Centro studi Madre Rubatto hanno reperito, dopo una laboriosa e non agevole ricerca,ulteriori 400 circa lettere e biglietti riconducibili alla Fondatrice, conservate anche presso l’Archivio storico della Curia provinciale delle Cappuccine di Montevideo, l’Archivio storico della Curia provinciale dei Cappuccini di Genova, l’Archivio storico della Curia provinciale dei Cappuccini di Milano e l’Archivio storico della Curia generale dei Cappuccini di Roma. Nei criteri di edizione le Redattrici specificano che
«La trascrizione delle lettere è stata fatta il più fedelmente possibile conforme agli originali: autografo, copialettere, minute, trascrizioni del tempo su registro o quadernetto (…) La numerazione rispetta l’ordine di data»3
pertanto qui vengono pubblicate quelle presenti in originale nell’ASCG, escludendo, tra queste, quelle presenti nei due Copialettere, irriproducibili a causa dell’inchiostro evanito, illeggibili ad occhio nudo.

Il compito di una selezione si è subito presentato arduo, ciononostante abbiamo individuato alcuni tematiche che a Madre Rubatto erano particolarmente care o esperienze a tal punto intense da dedicarvi più scritti. Una di queste è senza dubbio l’esperienza missionaria nel Brasile nord est, precisamente la missione cappuccina di Alto Alegre, che le fu motivo di grandi speranze e in cui «(...) mai si sentì così pienamente fondatrice a giudicare dalle numerose lettere scritte dal campo di missione e dopo il ritorno (…)»4 e però finalmente di un dolore che è possibile considerare abbia minato a tal punto la sua salute da portarla alla morte.

SCRITTI SULL’INAUGURAZIONE DELLA MISSIONE DI ALTO ALEGRE E DEL MASSACRO

Di questa missione, nonostante le fatiche fisiche e psicologiche, gli sforzi dovuti all’adattamento al clima, al cibo e, non ultimo, alla lingua, Madre Francesca scrisse con fervore ed intensa partecipazione. Oltre a narrarne l’inaugurazione e descriverne gli aspetti particolari, nelle sue lettere si scorge l’intento di muovere il desiderio e la volontà di tante altre Cappuccine a partire per quella terra che di lì a poco vedrà compiersi la parola del Vangelo: «Se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore produce molto frutto. Se uno mi vuol servire, mi segua, e dove sono Io, là sarà anche il mio servitore» (Gv 12, 24.26).
La documentazione è conservata nell’ASCG nella serie Corrispondenza, I.2 e I.3 del 1899-1900.

80. Lettera alle Suore di Montevideo (S. Luiz, 25 maggio 1899)5
81. Lettera alle Suore di Genova (S. Luiz, 26 maggio 1899)6
82. Lettera alle Suore di Montevideo (S. Giuseppe della Provvidenza, 11 luglio 1899)7
83. Lettera alle Suore di Genova (S. Giuseppe, 12 luglio 1899)8
84. Lettera a p. Bernardo da Andermatt ofmcap, Ministro generale (S. Giuseppe della Provvidenza, 25 luglio 1899)9
85. Lettera a mons. Ricardo Isasa (S. Giuseppe della Provvidenza, 25 luglio 1899)10
87. Lettera alla Vicaria e Consigliera generale (S. Giuseppe della Provvidenza, 17 agosto 1899)11
88. Lettera alla Superiora dell’Ospedale italiano di Montevideo (Parà, 19 ottobre 1899)12
91. Lettera alla signora Rosa Alvarez di Montevideo (Genova, 14 novembre 1899)13
94. Lettera a un Padre [Genova, novembre 1899]14
100. Lettera al signor Pedrito di Montevideo (Genova, 21 dicembre 1899)15
104. Lettera a mons. Jenaro C. Silva [s.l., dicembre 1899]16
109. Lettera ad alcune benefattrici di Montevideo [Genova, dicembre 1899]17
117. Lettera alla signorina Carmen Isasa (Genova, 14 gennaio 1900)18
118. Lettera alla signorina Elena Heber (Genova, 20 gennaio 1900)19

Ma il 13 marzo del 1901 le suore, i frati e la piccola comunità di laici che vivevano nella missione, vengono massacrati da alcuni membri della tribù Guajajara dietro istigazione dei proprietari terrieri della zona. Le sorelle di Alto Alegre saranno sempre considerate come coloro che, attraverso il martirio, hanno donato all’Istituto il sigillo dell’autentica testimonianza cristiana. Il cuore della Madre ne è straziato: si sente responsabile di aver condotto le Suore a morire e soprattutto di non essere stata tra loro. In molte lettere successive se ne sentirà la pena umanamente inconsolabile e accettata solo alla luce della fede.
La documentazione è conservata nell’ASCG nella serie Corrispondenza, I.2 e I.3 del 1900-1901.

380. Circolare della lettera di condoglianze di Mons. Filippo Allegro, vescovo (Albenga 23 marzo 1901)
381. Lettera a p. Clemente di Terzorio (Genova, 26 marzo 1901)20
382. Lettera a p. Bernardo da Andermatt (Genova, 26 marzo 1901)21
383. Lettera a mons. Filippo Allegro (Genova, 27 marzo 1901)22
384. Lettera alle Suore di Montevideo (Genova, 28 marzo 1901)23
385. Lettera alla Superiora delegata d’America [Genova, 28 marzo 1901]24
389. Lettera a un Padre (Genova, 28 marzo 1901)25
390. Lettera a p. Emanuele da Uboldo (Genova, 30 marzo 1901)26
391. Lettera circolare (Genova, 30 marzo 1901)27
393. Lettera ad una Suora (Genova, 30 marzo 1901)28
396. Lettera di condoglianze del Ministro generale dei Cappuccini (Roma, 29 marzo 1901)29
402. Lettera alla signorina Angiolina Mattalia (Genova, 10 aprile 1901)30
404. Lettera a suor Pia (Genova, 10 aprile 1901)31
412. Lettera a mons. Ricardo Isasa (Genova, 25 aprile 1901)32
422. Lettera a mons. De Leon (Genova, 29 aprile 1901)33
423. Lettera alle Suore dell’Ospedale italiano di Rosario (Genova, 29 aprile 1901)34
430. Lettera alla signorina Elena Heber (Genova, 30 aprile 1901)35
433. Lettera a una Suora dorotea in Brasile (Genova, 8 maggio 1901)36
435. Lettera alla Superiora di Sanremo (Genova, 9 maggio 1901)37
436. Lettera alla Superiora di Portomaurizio (Genova, 9 maggio 1901)38
438. Lettera alla Superiora e Suore di Loano (Genova, 10 maggio 1901)39
439. Lettera alla Superiora e Suore dell’Ospedale di Levanto (Genova, 10 maggio 1901)40
442. Lettera a un Parroco (Genova, 11 maggio 1901)41
446. Lettera alla signora Marchesa [Genova, 11 maggio 1901]42
453. Lettera a p. Stefano (Genova, 20 maggio 1901)43
454. Lettera a Madre Antima Bellini di Sâo Luis (Genova, 20 maggio 1901)44
455. Lettera a p. Guglielmo da Bergamo (Genova, 21 maggio 1901)45
456. Lettera alle Suore di Portomaurizio (Genova, 23 maggio 1901)46
458. Lettera a p. Timoteo Zani da Fiumicello (Genova, 25 maggio 1901)47
480. Lettera alle Suore dell’Ospedale di Rosario (Genova, 1 ottobre 1901)48
493. Lettera a p. Emanuele da Uboldo (Genova, 30 novembre 1901)49
499. Lettera alle Novizie di Montevideo e Rosario [Genova, novembre 1901]50
503. Lettera a mons. Ricardo Isasa (Genova, 7 dicembre 1901)51
517. Circolare di Madre Francesca Rubatto per il Santo Natale 190152
534. Lettera alla signorina Elena Heber [Genova, dicembre 1901]53
626. Lettera a p. Arbinolo di Mondovì [Genova, gennaio 1902])54


1MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, pp. 9-10.
2 ASCG, sezione Madre Fondatrice, serie Causa di Beatificazione, sottoserie Corrispondenza, 1949.
3 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, p. 16.
4 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, p. 10.
5 ASCG serie Corrispondenza, I. 3, 1899.
6 ASCG serie Corrispondenza, I. 2, 1899.
7 ASCG serie Corrispondenza, I. 3, 1899.
8 ASCG serie Corrispondenza, I. 2, 1899.
9 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, p. 124-126.
10 Ivi pp. 126-128.
11 ASCG serie Corrispondenza, I. 2, 1899.
12 ASCG serie Corrispondenza, I. 3, 1899.
13 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, p. 135-136
14 Ivi pp. 137-138.
15 Ivi pp. 143-144.
16 Ivi pp. 147-148.
17 Ivi pp. 151-152.
18 Ivi pp. 162-163.
19 ASCG serie Corrispondenza, V. 2, 1900.
20 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, p. 424.
21 Ivi p. 425.
22 Ivi pp. 426-427.
23 Ivi pp. 428-429.
24 Ivi pp. 429-430.
25 Ivi p. 432.
26 Ivi p. 425.
27 ASCG serie Corrispondenza, I. 1, 1901.
28 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, pp. 435-436.
29 ASCG serie Corrispondenza, III. 3, 1901.
30 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, pp. 444.
31 Ivi p. 446.
32 ASCG serie Corrispondenza, II. 11, 1901.
33 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, pp. 465-466.
34 Ivi pp. 466-467.
35 Ivi pp. 475-476.
36 Ivi pp. 478-479.
37 ASCG serie Corrispondenza, I. 2, 1901.
38 Ivi.
39 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, pp. 484-485.
40 Ivi pp. 485-486.
41 Ivi pp. 487-488.
42 Ivi pp. 491-492.
43 Ivi pp. 496-497.
44 Ivi p. 498.
45 Ivi pp. 499-500.
46 Ivi pp. 500-501.
47 Ivi pp. 502-503.
48 ASCG serie Corrispondenza, I. 3, 1901.
49 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, p. 545.
50 Ivi pp. 549-550.
51 ASCG serie Corrispondenza, II. 11, 1901.
52 Ivi.
53 MARIA FRANCESCA DI GESÚ, Lettere, Genova, 1995, pp. 577-578.
54 Ivi pp. 639-640.